Ti ho visto

Brutti voti + taglio di capelli assurdo = riunione di famiglia. La soluzione è una sola: una settimana a Plan da nonno Gianni. Luce non sa se è una cosa bella o una cosa brutta. Alla fine è partita da sola, per la prima volta in vita sua. Dodici anni, un vecchio zaino, il suo amato erbolario e un taglio nuovo di zecca. La casa gialla è il rifugio in montagna del nonno, in mezzo al bosco e alla neve. E’ il luogo dei racconti e delle storie che Luce ascolta a bocca aperta. Questa volta però la storia ha i contorni della realtà. Una creatura enorme e pericolosa pare si aggiri sul Bosco alto e Luce è sicura di averne
le prove mentre il comportamento del nonno si fa ogni giorno più strano e misterioso. Era venuta lì per cambiare aria, per ritrovare il suo amico di un tempo. Ma ormai tutto ciò che sembrava uguale a prima non è più uguale, è tutto cambiato e lei è di nuovo coi tempi sbagliati, fuori fase, come sempre.

Autore: Sara Colaone
Editore: Pelledoca
Anno: 2019

I libri LCP 2019/20

Sette abbracci e tieni il resto

Ernesto ha dodici anni, occhiali spessi e una camminata sbilenca. È così dall’incidente d’auto che gli ha portato via la nonna…

Jack Bennet e la chiave di tutte le cose

Jack Bennet è un bambino di dieci anni come tanti altri. E come tanti altri alla sua epoca, ogni mattina si alza, esce per le fumose vie di Londra e va in fabbrica.

Io, Leonardo Da Vinci

Massimo Polidoro ci conduce a spasso per la sua biografia, raccontando le cose meno note e più curiose del genio di Vinci.

Vajont Sessantatre

All’ombra della diga piú alta del mondo si dipana una tela di imbrogli e segreti che nessuno ha il coraggio di svelare.

Nevermoor

Morrigan Crow è maledetta. Eventi funesti accadono tutto intorno a lei, e non può fare niente per impedirlo. La sua maledizione ha però una data di scadenza…

Ti ho visto

Brutti voti + taglio di capelli assurdo = riunione di famiglia. La soluzione è una sola: una settimana a Plan da nonno Gianni.

Io vengo da

«Da dove vieni?» È questa la domanda che un insegnante pone ai suoi studenti. La classe è composta per metà da bambini stranieri, alcuni dei quali arrivati da poco in Italia.

Lettere dall’universo

Virgil Salinas è gracile, timido e insicuro: i suoi genitori lo chiamano Tartaruga perché non esce mai dal suo guscio.

21 giorni alla fine del mondo

Nel pieno dell’estate Lisa riceve una visita inaspettata. È Ale, l’amico inseparabile di quando era bambina…

Nessuno si muova

La prima volta che gli è capitato, Antoine ha avuto una gran fifa. Se il mondo attorno a te si fermasse per qualche ora, ma si fermasse proprio tutto…

Errori galattici

La scienza prenderà sempre delle cantonate. Potranno volerci anni, addirittura secoli o millenni, ma alla fine gli errori verranno trovati.

Mago – Un destino da campione

È notte, tra le curve buie di una strada di campagna, un van finisce tra i campi. All’interno c’è Eugène, un puledro di dieci mesi…

0